In ognuno di noi c’è una parte del tutto e tutti siamo una cosa sola

Considera che noi siamo le cose che abbiamo mangiato. Abbiamo mangiato i frutti di innumerevoli piante cresciute nei luoghi più distanti del pianeta: in essi era il succo della terra, dell’acqua, dell’aria, dei raggi del sole. Nella terra vi erano i resti di miliardi di organismi dei quali la pianta ha avuto nutrimento; nell’acqua che hanno assorbito vi erano le sorgenti, dei fiumi, dei laghi delle nevi;. l’aria che hanno respirano è la stessa che viene dal deserto, dalle savane, dalle foreste e i raggi del sole che hanno catturato venivano dal cosmo dove fluttuano correnti energetiche. Considera che ogni frutto da abbiamo mangiato è stato ed è la sintesi perfetta delle energie vitali di innumerevoli esseri che nel tempo lo hanno preceduto. Considera questo: considera che tu sei fatto dei mille e mille esseri che il tuo corpo ha assimilato; considera che tu rivivrai negli esseri che verranno nel tempo perché tu sei un tutt’uno con le cose e che senza di esse tu non avresti potuto esistere. Considera questo e ti accorgerai che non c’è separazione alcuna tra te e me, tra noi e tutti gli esseri dell’universo, che noi tutti  siamo membra dello stesso organismo, tessere dello stesso mosaico, note della stessa sinfonia.

Non vi è pensiero o azione che non abbia i suoi effetti universali. Ogni singola cosa interagisce con tutto l’universo ed io sono ricco in virtù della presenza degli altri: se violento o uccido qualcuno o qualcosa sto violentando uccidendo ciò che mi arricchisce e mi fa vivere.

Se l’uomo ha qualcosa di ogni creatura ogni creatura coincide con l’uomo.

Bookmark the permalink.

Lascia una risposta